A Praga, il proprietario di un attico di un edificio degli anni ‘30, ha chiesto allo studio Komon architekti di rinnovare il proprio appartamento così da rendere gli spazi più funzionali considerando però un unico vincolo: il budget limitato a disposizione.

Questa richiesta non ha impedito agli architetti di sviluppare un progetto originale e per soddisfare la richiesta del committente che richiedeva una nuova distribuzione degli spazi è nata l’idea della scatola nera. Senza stravolgere la configurazione dell’appartamento, è stato creato un nucleo centrale che funge da contenitore delle scale, del bagno e da mobile per riporre gli oggetti della cucina.

Trattandosi di un attico che gode di un’ottima illuminazione naturale, è concesso osare con il colore nero senza che lo spazio sembri più piccolo o buio, al contrario questa soluzione prende forza dal bianco delle pareti e dai toni grigi della cucina a isola.
Per realizzare la box è stato utilizzato un impiallacciato di rovere dipinto di nero, mentre per il rivestimento dei bagni e alcuni elementi della cucina, un gres che richiama il gioco di colori del Ceppo di Gre e di nuovo il rovere chiaro per il parquet.

La provenienza degli arredi è eterogenea e spazia da brand più comuni a quelli più ricercati. Il divano e la cucina sono firmati IKEA, il coffee table è di HAY, i lampadari sono prodotti da Lasvit e le Panton Chair abbinati al tavolo in legno sono di Vitra.
Una libreria minimale sfrutta la doppia altezza per arricchire di colore la parete della zona living e di fronte al divano, tra i due pilastri che sostengono il soppalco è possibile far scorrere un telo per l’uso del proiettore.

Il box nero ci conduce al piano superiore dove troviamo un secondo bagno e la camera da letto, anch’essa minimale e per la quale è stato studiato un arredo su misura che si adatta all’andamento del tetto a falde. Su entrambi i piani sono state lasciate a vista le travi in legno, una traccia evidente che ci riporta alla storia dell’ambiente originale.

Gli architetti hanno adottato soluzioni puntuali, semplici ma efficaci e il nuovo appartamento ha acquisito una veste del tutto nuova e ricercata. Ogni elemento è al posto giusto e in uno spazio limitato sembra esserci davvero tutto.

Photo credits: © Tomáš Slavík