Cinque colori: petrolio, cemento, giallo pallido, rosa seta e cioccolato.

Cinque nomi femminili: Lisa, Clelia, Fausta, Albina e Bice.

Queste sono le Muse, ma precisiamo subito una cosa, non si tratta delle divinità della religione greca, figlie di Zeus e ideale supremo dell’arte, ma più semplicemente dei salvadanai di design. “Musine” è un’espressione veneta per chiamare i salvadanai, ma anche le figure di donne che sono da sempre fonte di ispirazione poetica, da cui Muse. Questi salvadanai fanno parte della Collezione Caleido, nuovo brand di autoproduzioni lanciato da MM Company. Realizzati in ceramica e ispirati alle silhouette femminili di muse immaginarie, questi oggetti di design sono composti da due pezzi che assieme compongono una sagoma di donna.

Il contenitore è il corpo e il tappo rimovibile la testa, caratterizzato da forme irregolari. Prodotte a Nove, in provincia di Vicenza, le Muse sono autoprodotte in collaborazione con selezionati artigiani del Made in Italy e l’agenzia di consulenza creativa MM Company.  L’artista/artigiano che plasma questi cinque deliziosi oggetti di design si chiama Vania Sartori, che riesce a determinare una forma diversa per ogni “Musina” caratterizzandone il carattere e la fisionomia. La cromia specifica, i nomi tipicamente italiani e la manualità d’esecuzione conferiscono ai prodotti un alto contenuto di design abbinato ad un concetto di artigianalità unico e non replicabile se non dalle stesse mani che hanno creato questi salvadanai.

Ideale come regalo, ma anche da collezionare, sono in vendita nell’e-shop di Caleido e in una selezionata rete di digital boutique come Pamono, LOVEThESIGN e Monomio. Prossimamente le Muse saranno le protagoniste di una speciale installazione site-specific che verrà presentata durante la Milano Design Week di aprile 2021.

L’evento che è parte del circuito di Maroncelli Design District si svolgerà dal 12 al 23 aprile 2021 (dalle ore 10:00 alle ore 18:00).

Dove? Presso lo studio MM Company in Via Quadrio 12.

Come? Solo su appuntamento oppure in forma digitale qualora le disposizioni governative lo rendessero necessario.

Appuntamento da non perdere!