Il velluto è il materiale principe dei nuovi interiors
Il velluto è il materiale principe dei nuovi interiors
Il velluto è il materiale principe dei nuovi interiors
Il velluto è il materiale principe dei nuovi interiors
Il velluto è il materiale principe dei nuovi interiors

Dopo essere stato relegato per decenni in secondo piano come materiale “vecchio” e “polveroso”, il tessuto delle nonne e delle tende di Via col Vento, la finitura di alcuni imbottiti estremi degli anni ’70, il velluto è tornato prepotentemente alla ribalta negli ultimi anni come materiale di tendenza e di ispirazione progettuale.

Merito di questa seconda giovinezza è l’utilizzo che ne viene fatto da designer e stylist emergenti che lo inseriscono nei loro progetti come elemento principale e narrativo di storie legate ai mondi del lusso, della moda e dell’international style.

Qualche esempio?

Il nuovo restyling delle boutiques di Red Valentino a Roma, realizzate dalla designer India Mahdavi.

Ma il velluto non si esprime al suo meglio solo nei progetti di interior, ma risulta una finitura vincente anche applicato ad oggetti di design; aziende come Fritz Hansen e Nilufar lo presentano nei loro cataloghi e lo utilizzano per rivestire oggetti della storia del design come la famosa Serie 7 di Arne Jacobsen o oggetti più contemporanei come un paravento divisorio.

Ed è possibile trovarlo applicato anche ad oggetti decisamente insoliti come per esempio lavabo rivestito in velluto prodotto da The.Artceram e disegnato da Meneghello Paolelli Associati.

Come abbiamo detto, in apertura, il velluto è quindi uno dei materiali più interessanti a cui riferirsi per uno stile contemporaneo e sofisticato, con lievi rimandi al passato ma con infinite possibilità applicative per il futuro.