Sulla sponda ovest del lago di Como, a Sala Comacina, si trova Villa Molli. Il territorio è uno dei più affascinanti della Lombardia, non a caso scelto da Manzoni per ambientarvi I promessi sposi.
In particolare, la villa è situata in un territorio che era stato agricolo, la cui folta vegetazione è ancora predominante.
Progettata dallo Studio Lorenzo Guzzini Architecture, si inserisce totalmente nel contesto boschivo – lacustre, emergendo in maniera equilibrata rispetto alla costa.

Il progetto asseconda in maniera naturale l’orografia del luogo e la pendenza non indifferente del suolo, sviluppandosi su terrazzamenti e limitando al minimo gli spostamenti di terra in fase di cantiere.
Vari sono i caratteri che rendono unico questo progetto: uno su tutti è sicuramente il rapporto tra gli ambienti interni e il contesto esterno. Punto di forza del luogo è ovviamente il panorama sul lago e sull’Isola Comacina, che è stato posto al centro del progetto dello Studio Guzzini.  Gli spazi interni e le ampie aperture sono infatti pensati in maniera tale da fornire sempre, in ogni parte della casa, un punto di vista ogni volta differente sul lago e sul resto del paesaggio.

Esternamente la villa presenta due corpi alti, che ricordano molto le cascine tipiche della Lombardia, collegati tra loro da un grande salone centrale al piano terra, e un susseguirsi di terrazzi, di cui una di fronte al salone, un’altra panoramica al piano superiore e due laterali, oltre ad una piscina a sfioro con vista sul lago da lasciare sbalorditi.
Forti la simmetria e la purezza dei volumi, che conferiscono solidità, rigore ed un importante equilibrio percettivo. Alla rigidità dei volumi esterni si contrappongono degli spazi interni luminosi, ampi ed accoglienti, uniti ad una scelta minimale di materiali (resina, legno e cemento a vista) che si coniugano con la semplicità volumetrica della casa. Gli arredi, in gran parte realizzati su misura, come il divano e la cucina prodotti interamente da artigiani locali, sono affiancati da finiture di valore.

Al piano terra si mostra la volontà di sfruttare le diverse quote del terreno, il grande salone open space, costituito da cucina, zona pranzo e soggiorno, si sviluppa infatti su tre diversi livelli. Oltre all’ampia vetrata scorrevole centrale, il salone prende luminosità da un grande lucernario centrale e altri due tagli di luce laterali posti sulla copertura. Quest’ultima costituisce poi il terrazzo di collegamento tra le due camere da letto, ognuna con bagno privato, poste al piano superiore.

Ad ulteriore dimostrazione del rispetto del “genius loci”, cioè del carattere originario del luogo, l’intera villa è rivestita in pietra morena, sotto forma di blocchi o lastre sottili di 2 cm: tipica delle costruzioni tradizionali locali.
Villa Molli è di certo una villa contemporanea per le caratteristiche degli spazi interni, il comfort, le funzioni assegnate e le finiture; tuttavia richiama molto lo stile un po’ “perduto” delle ville antiche ed eleganti di una volta, che ancora è possibile apprezzare su gran parte del paesaggio lacustre, quasi volesse farsi ponte tra un passato d’oro ed un presente/futuro che ci auguriamo riportino un’Architettura di qualità ad un territorio splendido come quello dei laghi Lombardi.
Infine, la Villa è disponibile per affitti brevi: fossi in voi la prenderei in considerazione!