Creare una libreria non convenzionale. Questo il concept su cui si basa il progetto realizzato dallo studio Kengo Kuma & Associates che, in collaborazione con Mad Arkitekter e Buro Happold Engineering, si è aggiudicato il concorso per la realizzazione della Henrik Ibsen Library. Siamo a Skien, la cittadina norvegese che ha dato i natali al celebre scrittore e l’obiettivo del concorso è la realizzazione di una libreria urbana dedicata al tanto amato cittadino.

L’edificio sorgerà all’interno di un parco urbano ed è per tale ragione che il verde assume subito un ruolo primario e fondamentale. All’interno del lotto, infatti, sono presenti alcuni filari di alberi e la scelta dei progettisti è di modellare l’edificio intorno ad essi. La forma curva della libreria è quindi la diretta conseguenza di questo atteggiamento rispettoso nei confronti della natura esistente, celebrata anche dalla copertura inclinata, che si abbassa verso il parco e si alza verso il resto della città. Le grandi pareti vetrate enfatizzano il rapporto con il parco, mentre i lucernari permettono l’ingresso della luce naturale durante il giorno e trasformano la libreria in una grande lanterna nelle ore più buie.
Come da tradizione norvegese, all’interno dell’edificio vi sarà un ampio uso del legno. Pareti e pavimenti saranno rivestiti con listelli, mentre il tetto sarà realizzato con scandole.

Il progetto prevede una pianta molto libera, priva di partizioni rigide ed elementi fissi, così da favorire la massima flessibilità degli ambienti, destinati ad ospitare non solo la libreria. All’interno dell’edificio, infatti, sorgeranno diverse funzioni pubbliche, spazi per la lettura e il relax, ristori e un grande auditorium, per trasformare la Ibsen Library in un nuovo hub culturale di riferimento per tutto il territorio.
Le funzioni tradizionali della libreria troveranno spazio nel piano parzialmente interrato che segue il lieve pendio del lotto, sviluppato tra rampe e gradinate, dove si racconteranno vita e opere dell’autore.