Provate a pensarci: ogni giorno entriamo in relazione con svariate situazioni e luoghi dove la progettazione grafica comunica con noi e, quasi inconsciamente, ci trasmette messaggi visivi che orientano e influenzano le nostre scelte. I cereali che mangiamo al mattino, la crema che usiamo tutti i giorni, il logo stampato su una t-shirt, sono progettati per comunicare con noi.

Se ci guardiamo attorno, il graphic design entra in relazione anche con gli spazi architettonici che viviamo sotto diverse forme, per trasmettere un messaggio e un’identità in modo forte e chiaro. Così, il mondo bidimensionale del design grafico interagisce con il mondo tridimensionale dell’architettura. Che si tratti di spazi esterni, commerciali, culturali o di lavoro, aiutando a migliorare l’esperienza delle persone all’interno dei luoghi.

È possibile comprendere l’incontro tra architettura e graphic design nel progetto del centro di ricerca e sviluppo di Adidas Germany.

L’edificio è soprannominato “Laces”, per indicare le passerelle sospese che attraversano e si incrociano nell’enorme atrio collegando i reparti interni, come dei lacci. Proprio da queste balaustre in vetro si possono vedere i primi interventi di grafica ambientale negli spazi.

Il tema del progetto si basa interamente sull’uso della tipografia. Lettere e parole che esprimono senso di movimento sono utilizzate non solo come espressione artistica e decorativa ma soprattutto come elementi informativi e funzionali. Le parole sembrano rincorrersi all’interno dell’edificio riuscendo ad esprimere lo spirito aziendale di Adidas, un marchio fortemente legato al movimento ed allo sport.

Le lettere vengono rappresentate in differenti stili, da estremamente delicate, a più consistenti. Quelle impresse sulle vetrate delle balauste nell’atrio, ad esempio, dove i contorni sono realizzati in pellicola altamente riflettente o le parole in rilievo tono su tono delle aree comuni.

Le molteplici funzioni di questi inserimenti grafici si possono vedere chiaramente nell’area bistrot, dove la parola TIMEOUT non solo ha funzione informativa nel definire dove ci si trova, ma suddivide l’area lavorativa da quella di pausae nella zona dell’ingresso, dove le lettere diventano tridimensionali per dare alla parola INFOPOINT la funzione di banco reception.

Adidas Laces è l’esempio concreto di come soluzioni dinamiche e coinvolgenti di grafica ambientale danno vita agli spazi e creano luoghi ed esperienze uniche per le persone che li vivono.

Photo credits: ©Christian Richters, WernerHuthmacher 
Project designer: Andreas Uebele
Design agency: BüroUebeleVisuelleKommunikation