Je vois la vie en rose” cantava Edith Piaf e quale momento migliore, se non l’arrivo dell’estate, per farle eco? Anzi, io che sogno da sempre una vacanza parigina oso entusiasta “Je vois la Tour Eiffel en rose!”.
E no, non sto vaneggiando per un colpo di calore, semplicemente sono rimasta folgorata dal design di Youngwook Seong, creativo coreano che ha trasformato la maestosa architettura parigina in un nuovo e inaspettato, quanto geniale, stile d’arredo.

Eiffel, infatti, non è altro che un set di 3 mobili impilabili ispirati, appunto, alla Torre Eiffel: lampada, tavolo e sgabello, rigorosamente in rosa (ma volendo c’è anche la versione ocra o celeste), da comporre e scomporre a piacere per portare un po’ di atmosfera sognante parigina in ogni casa.
Youngwook Seong ci aveva già deliziato con sperimentazioni architettoniche (vedi alla voce decostruzione della Torre di Pisa, vincitrice del Good Design Awards 2020) e questa volta torna con il suo design giocoso e intelligente a proporci una soluzione salvaspazio a dir poco geniale.

Simile alla torre attuale, il set Eiffel può essere completamente impilato e utilizzato come decorazione o scomposto per arredare, in base alle esigenze, ogni angolo della casa. E volendo, perché no, anche dello spazio open-air.

La torre smontata, infatti, diventa una comoda lampada da terra, ma anche un tavolo, uno sgabello o tavolino da salotto e persino una mini libreria.
I casi sono due: o programmo al volo un week end parigino per vivere questa agognata “vien en rose” oppure colgo l’offerta di Youngwook Seong e porto Parigi tra le mura meneghine del mio appartamento.  E voi cosa scegliete, volo last minute o design pret-à-porter?

Photo credits: ©YoungwookSeong