E se vi dicessi che il fai-da-te non è così economico ed usa e getta come credete?

Fuzl Studio ha sviluppato una gamma di arredi flat-pack costituiti da pannelli di compensato di betulla che si agganciano con elementi di fissaggio in metallo.
La serie Originals comprende una sedia, uno sgabello, una panca e tre tavoli che si basano su robuste clip in acciaio del settore degli imballaggi commerciali per tenerli insieme.
In questo caso, consentono di montare, smontare e riparare rapidamente i mobili tagliandoli sui pezzi di ricambio.

I mobili contemporanei flat-pack purtroppo non vengono apprezzati perché il processo di assemblaggio è difficile o ingannevole e la dimostrazione di ciò è la possibilità, ormai divenuta consuetudine, di assumere persone per montare i mobili in teoria fai-da-te.

Tutti i pezzi della collezione Originals sono realizzati in multistrato di betulla.
Utilizzando il sistema di ritaglio, lo studio spera di facilitare un processo di assemblaggio più conveniente e prevenire l’obsolescenza prematura creando un pezzo finale più durevole che sia in grado di resistere alla prova del tempo.

Le clip sono sotto tensione a molla, così da assorbire la compressione dello stress nel legno. Ciò significa che la sedia o il tavolo rimarranno stabili e robusti senza la necessità di stringere o sostituire i tasselli o incollarli nuovamente. Le clip, inoltre, sono ben visibili e in contrasto con la struttura in legno dei mobili per creare uno stile industriale distinto.

I colori, che vanno dall’arancio bruciato al verde oliva e le nuance neutre del nero e del panna, sono derivati ​​dall’olio di lino arricchito di pigmenti e di conseguenza privo dei composti organici volatili (VOC) che spesso si trovano nelle vernici tradizionali.
Questo crea una finitura semitrasparente che riproduce le venature naturali del legno e ne preserva la tattilità.

IKEA, veterana del flat pack, ha già sviluppato un nuovo tipo di giunto, noto come tassello a cuneo, che consente ai mobili di incastrarsi come un puzzle. Ma molti anni dopo, molti dei suoi pezzi richiedono ancora dadi, bulloni e chiavi a brugola per essere assemblati.

Tutti i progetti e le relative istruzioni potete trovarle su https://www.fuzl.co