Il Salone è tornato, e con lui la festa di distretti che finalmente anima le vie di Milano. Tra tutti ce n’è uno che sicuramente attira l’attenzione, nato da poco e pronto a farsi largo tra i colossi presenti da anni.
Alpha District è un progetto di marketing territoriale ideato da FORO Studio, con il patrocinio del Comune di Milano, Milano Design Week, Automobile Club Milano, Osservatorio per il paesaggio Monte Stella Milano e AC Milan.
Nato nel 2020 nell’area ex Alfa Romeo in zona Portello, Alpha District è il più giovane e il più esteso distretto del Fuorisalone, che dal 4 al 10 settembre 2021 con la sua prima edizione porterà grande voglia di fare, di ripartire e di ricominciare.
Il distretto diventerà uno spazio espositivo a cielo aperto, con molte istallazioni open air visitabili h24, ospitando progetti ed allestimenti che coinvolgeranno aziende, progettisti, artisti e design insiders provenienti da tutto il mondo.
L’epicentro sarà Piazza Gino Valle, la piazza più grande di Milano e il cuore del Portello, da cui si snoderanno una serie di percorsi espositivi e installazioni. L’obiettivo è rilanciare una delle aree più interessanti della Milano del futuro, recentemente trasformata e ricca di architettura d’autore, preservando al contempo la memoria storica del quartiere.

Alpha District si fa portavoce di un design dinamico, inclusivo, un design per tutti e di tutti, che fa tesoro dell’artigianalità locale di designer e produttori, un design esperienziale e interattivo.
Il distretto si sviluppa in più progetti, coerenti tra di loro ma ognuno con una propria anima.
Si parte con Hysteria, un progetto legato alla figura della donna ma non è un’iniziativa tutta al femminile. Un progetto che tratta temi sociali, di forte attualità, anche con ironia e leggerezza. Fino alla seconda metà dell’Ottocento l’isteria identificava una serie di malesseri e disagi psicologici erroneamente legati alla sola figura femminile: malumore, tristezza, personalità troppo esuberante, fino ad arrivare a squilibri psichiatrici. Questa ‘malattia’ fu utilizzata a lungo per ostacolare la condizione delle donne. In quegli anni, il dottor Mortimer Granville diviene celebre per aver inventato uno strumento che, ai tempi, venne brevettato proprio per la cura dell’isteria: il vibratore.
Un gruppo di creativi è stato chiamato a ragionare sul tema della donna, realizzando un progetto partendo ciascuno da uno specifico sex toy. Artisti e designer, singoli e team hanno dato una propria interpretazione della condizione femminile, andando ad investigare il tema della violenza, quello del piacere, quello della sessualità ed altri.
Hysteria è stato realizzato insieme a The Zen Agency, promotore dell’iniziativa, e a Magic America, sexy e-shop e sponsor tecnico.
Valentina Cerra + Chiara Corbani; Chendù; Luca Cremona; Lorenzo Fabietti + Pietro Sganzerla; Lorenzo e Simona Perrone; Nicole Muroni; Miguel Reguero; Testatonda; Trepunti saranno i protagonisti di un allestimento che mescolerà arte e design, lasciando allo spettatore l’interpretazione del messaggio.

Il secondo progetto si sviluppa nell’epicentro del distretto, Piazza Gino Valle. Le Cattedrali sono dei pop-up espositivi che ospitano brand, collettivi di creativi e singoli designer.
Il concept ricrea delle mini-architetture con forme e dimensioni differenti, ispirate alle Piazze Italiane di Giorgio De Chirico. Alcune Cattedrali ospiteranno designer singoli, tra cui Antonio Aricò, AVA Wolff, Chendù, Duccio Maria Gambi, Gumdesign e Serena Confalonieri.
Una delle mini-architetture sarà invece curata da MONOMIO – Digital Design boutique e piattaforma di ricerca e tendenze in ambito design – che ospiterà una selezione di prodotti nati da una collaborazione speciale e continuativa tra MONOMIO e i creativi che promuove sulla propria piattaforma.
La selezione dei designer e degli artigiani contemporanei porterà la firma di MONOMIO e i prodotti esposti saranno disponibili in tirature limitate in esclusiva sul sito, l’allestimento sarà caratterizzato dall’iconica palette colore e dell’estetica ricercata che identifica il brand.
La ricerca del distretto però non si ferma qui, viste le altre iniziative che coinvolgeranno anche il mondo dell’arte con Le Strade dell’Arte, Kundalini e Tape #04 – On wave; il cosmo con il progetto Specula; l’universo dei bambini con Out Door e il food con Larmandino.