Considerato il primo hotel di design al mondo, il SAS Royal Hotel, oggi Radisson Collection Royal Hotel, è uno degli edifici più iconici di Arne Jacobsen. Realizzato in Copenaghen tra il 1956 e il 1960, ha celebrato il 60° anniversario nel 2020 e per l’occasione il Danish Architecture Center – DAC ha deciso di celebrarlo con la mostra SAS Royal Hotel – A Love Story, che ne racconta la storia.

L’hotel è stato uno dei primi grattacieli in Danimarca. La struttura commissionata dalla compagnia aerea SAS è un perfetto esempio della maestria del processo architettonico del designer danese.

Dalle linee più grandi dell’edificio fino ai più piccoli dettagli dei complementi d’arredo, come sedie, lampade, poltrone o addirittura le posate, tutto nel SAS Royal Hotel era stato progettato per essere elegante e complementare.

© Republic of Fritz Hansen

Ogni anno studenti di architettura e turisti fanno la fila per poter visitare la stanza 606, conservata in perfetto stato proprio come nel progetto originale di Arne Jacobsen.
La mostra celebrativa, visitabile dal 21 aprile 2021 fino al 24 ottobre, è divisa in quattro aree che riassumono la genesi progettuale e l’evoluzione del SAS Royal Hotel.

© Rasmus_Hjortshoj

Nel primo spazio esposivo il DAC focalizza l’attenzione sulla figura di Arne Jacobsen architetto costruttore, forse il lato meno conosciuto di quello che è a oggi riconosciuto come uno dei maggiori designer del secolo.

Nel secondo l’attenzione va al design degli interni dell’albergo con un focus particolare alla stanza 606.
La terza parte mostra come l’edificio e il lavoro di Arne Jacobsen continuano ad avere un impatto importante ancora oggi, sottolineando la mediazione interessante fra la purezza volumetrica e la netta caratterizzazione delle superfici che i suoi progetti hanno raggiunto.

L’ultimo spazio, invece, presenta un’installazione con le posate AJ progettate ad hoc per il ristorante del Royal Hotel.