Non mi capita mai di fare dei pezzi riguardanti libri che ho letto, ma da qualche tempo avevo intenzione di spendere qualche parola su un libro, un manuale, che dovrebbe accompagnare chiunque sia interessato al mondo della Luce.

Fare Luce di Beppe Finessi non è uscito in questi mesi, anzi, lo comprai qualche anno fa durante gli studi di illuminotecnica presso il Politecnico di Milano e con mio stupore riconobbi come questa raccolta di Luce fosse una sorta di vademecum luminoso, in grado di sottolineare come le invenzioni e le emozioni intorno a questa componente, possano essere innumerevoli e diverse tra loro.

Questo libro fu parte di un progetto più ampio curato da Foscarini, storica azienda luminosa, che comprendeva 14 cortometraggi e una poetica installazione in Brera durante la Design Week 2017.

Fare Luce è dunque una raccolta di oltre 300 progetti luminosi che spaziano dall’architettura al design, dall’arte alla grafica e tutti hanno in comune tra loro la continua ricerca e sperimentazione.

Il risultato è un progetto editoriale in collaborazione con Corraini Edizioni che include installazioni e prodotti diventati icone, realizzate da maestri diventati a loro volta leggende nel campo luminoso, tra cui Olafur Elliason, Nanda Vigo, e Ingo Maurer.