Dove c’è colore, ci sono io. Perché saranno certamente raffinati ed eleganti quegli spazi dai “toni neutri” che accumunano molti hotel, ma preferisco un tocco di personalità in più, la voglia di distinguersi, anche con il colore.

Facciamo un passo indietro però e cerchiamo di capire … chi è Bruno?
Bruno è l’intrigante capitano di una nave, l’avventuroso personaggio, la cui grande sfida è stata quella di navigare in giro per il mondo, inventato per raccontare la storia dell’ultimo nato della catena alberghiera spagnola.
L’hotel si trova nell’antico deposito di spezie della Compagnia olandese delle Indie Orientali del porto, uno dei pochi edifici storici rimasti nel quartiere Kop Van Zuid, noto come la Manhattan olandese, dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Coinvolto in un più ampio processo di ristrutturazione dell’area, l’edificio è ricco di ricordi olandesi, nautici e culturali, si ispira alla vita del porto della città di Rotterdam e alla sua affascinante storia.
Il progetto di riqualificazione, ad opera dell’architetto italiano Teresa Sapey, racconta alla perfezione quello che era il luogo di scambio di merci e culture provenienti da tutto il mondo, unisce tradizione e nuove tendenze, conservando la propria struttura originale, consentendo così ai “visitatori” di ripercorrere un viaggio nelle storiche colonie olandesi.

Ed è proprio qui che il colore assume un ruolo fondamentale: le tonalità e le gradazioni si ispirano ai colori delle spezie e dei dipinti fiamminghi, richiamando l’idea delle rotte commerciali, dello scambio di beni, di navi e mappamondi, offrendo un’esperienza immersiva in chiave moderna.
I colori caldi danno un aspetto accogliente agli spazi, il salone invece, arredato con piante e alberi nelle nuance del blu, appare come un giardino di ghiaccio, o anche l’oceano in cui navigare alla scoperta della storia della marina olandese. I muri parlano quindi di rotte commerciali verso l’Asia, i colori guidano all’interno dell’edificio, così come sono un’utile punto di riferimento le geometrie e le stelle disegnate a parete.

Oltre a tutto questo, Room Mate Bruno si è distinto anche per un innovativo sistema di Wifi, il WiMate, gratis in tutta la città, iniziativa che gli è valsa il premio Best Innovation in Digital Marketing, il riconoscimento più importante nel settore del turismo.