Per il Fuorisalone 2019 la collaborazione tra Nendo e WonderGlass ha dato alla luce l’esposizione “Shape of Gravity”, una collezione inedita di tavoli, sedie ed oggetti d’arredo in vetro formati e curvati grazie alla sola forza della gravità. 

“L’idea di fondo è quella di accettare la gravità e lasciare che il peso stesso del vetro disegni la forma”, afferma Oki Sato, fondatore di Nendo.

Sato e WonderGlass hanno sviluppato un metodo dove il vetro fuso, ad una temperatura di 1200° C, viene colato sopra una superficie metallica, sospeso mentre raffredda sopra due supporti, mantenuto semi solido dall’abilità degli artigiani di WonderGlass e lasciato curvare dal suo stesso peso.

Ogni pezzo è unico, praticamente irripetibile, forgiato solo dalla gravità e dalla bravura nel tempismo con cui gli artigiani riscaldano la lastra di vetro modificandone il design.

Durante la suggestiva esposizione presso l’Istituto dei Ciechi si può avere la fortuna – come nel mio caso – di incontrare il project manager di WonderGlass, scoprire i particolari dell’intero processo di fabbricazione e toccare con mano la sorprendente texture degli arredi esposti.