Recentemente è arrivata alle cuffie di ogni videogiocatore l’ufficialità dei primi prodotti nati dalla collaborazione IKEA-ROG. L’azienda svedese ha progettato una linea di arredi pensati sulle esigenze dei gamer, ma funzionale a chiunque utilizzi un computer per lavoro.

Il prodotto forse più interessante prende il nome di Uppspel e si tratta di una scrivania motorizzata. Notiamo subito la totalità superficie opaca, pensata per ridurre al minimo i riflessi della luce.
La scrivania è dotata di controlli per la regolazione e la memorizzazione dell’altezza, oltre a un display a LED di colore rosso. Gli utenti possono regolare l’altezza con il tocco di un pulsante, tra 72 e 120 cm. Per comodità ci sono quattro impostazioni predefinite dell’altezza e una porta di ricarica USB è incorporata nella parte frontale della scrivania. Un vano per la gestione dei cavi sul retro aiuta a tenere in ordine lo spazio di lavoro/gioco.

Nel complesso del progetto ovviamente non potevano mancare gli accessori da gioco che includono un’unità di cassetti, un sistema di montaggio a parete per il sistema di gioco, un supporto per PC desktop con rotelle, un supporto per cuffie, una clip per il filo del mouse, un supporto per tazze e un cuscino multifunzione con tasche scaldamani. Molti prodotti, ma non tutti, sembrano essere disponibili nelle colorazioni bianco o nero.

Ma come nasce il design per un gamer? Come si ragiona nel creare un oggetto che debba rispettare le prestazioni elevate richieste, essere funzionale, compatto ed allo stesso tempo esteticamente forte e passionale?

A questa domanda possiamo chiedere aiuto ad un progetto recente che tutti voi lettori conoscerete: PlayStation5 progettata e creata da Yujin Morisawa, direttore creativo senior del Design Center di Sony Interactive Entertainment.
PS5 sembra più un progetto architettonico che industriale. Il design è ispirato dalle esperienze e dalle emozioni dei giocatori: deve tendere a superare i propri confini come fanno i giocatori nei loro mondi di gioco infiniti.
Forma e colori crescono parallelamente e si fondono in energia.

L’estetica definisce una generazione ma il design interno della console è altrettanto importante.  E serve anche ad ottimizzarne il funzionamento.
Il design esterno riflette il flusso d’aria e il design meccanico degli interni. Risulta fondamentale dunque instaurare una stretta sinergia tra design artistico e ingegneria. 

Questo modo di progettare che ha permesso a PlayStation di costruire un’eredità radicata nel cuore e nelle menti di ogni ragazzo, forse dovrebbe essere la base per il “buon progettare” di ogni designer. Visione artistica e tecnica che evolvono insieme alle iterazioni dell’utente per portarci nella quinta dimensione del design.