Grazie alla collaborazione con designer del panorama internazionale, la manifattura di ceramiche Bosa arricchisce di anno in anno il catalogo aggiungendo nuove specie animali al suo fantastico “Bestiario” di design: che siano vasi, sculture, o piccoli talismani d’autore, sono molte le creature che prendono forma grazie alla ricerca e alle sperimentazioni dell’azienda.

Quest’anno, Elena Salmistraro e Vittorio Gennari hanno firmato rispettivamente il Panda Bernardo e il Pinguino Dab Penguin, due sculture in ceramica nate per sensibilizzare il pubblico sui rischi causati dal surriscaldamento climatico. Le due opere mostrano due specie in via d’estinzione, rappresentate in modo anomalo: Bernardo – nome che tra l’altro significa “forte e coraggioso come un orso”- ha una postura fiera da guerriero e il suo manto è dipinto come una colorata armatura, ricordandoci che possiamo ancora combattere per prevenire la catastrofe ambientale; il Dab Penguin di Vittorio Gennari invece sembra dire con la sua posa, “io ce l’ho fatta, sono sopravvissuto”: Il 60% dei pinguini è scomparso negli ultimi 50 anni e il fatto che siano ancora una specie esistente suona come una grande vittoria, anche se non dovrebbe.

Nel 2017 Elena Salmistraro aveva progettato la memorabile collezione di vasi Primates, dedicata ai nostri antenati animali e al legame tra l’uomo e la scimmia. Dello strano Animalia targato Bosa fanno parte anche i pennuti Bec, Duck, Tucan disegnati da Ionna Vautrin, e poi l’Ariete, l’Unicorno e il Toro di Sam Baron, i Gufi di Manolo Bossi e molti altri animali ideati da altrettanti designer degni di nota come Jaime Hayon e Matteo Cibic.

Finora l’azienda ha prodotto diverse serie di creature in ceramica, tutte molto diverse tra loro ma accomunate da un gusto surreale e da quella natura ibrida tipica dell’Art Design.

Bosa è uno degli esempi più virtuosi nel mondo del design Made in Italy. Dal 1976 il laboratorio realizza complementi d’arredo interamente hand-made e opere d’arte in piccola serie, sempre caratterizzate dalla ricerca e dall’innovazione anche nelle lavorazioni: non è raro trovare nelle finiture, vernici o decorazioni dei loro oggetti metalli preziosi come oro o platino e smalti di altissima qualità. La capacità di sperimentare, di osare e intraprendere sempre “nuove avventure progettuali” è ciò che permette a Bosa di infondere, con il suo lavoro, un’anima alla ceramica.