L’altra sera, cenando col direttore di DesignTellers, mi è venuto automatico classificare come “edibile” qualcosa che era lì in tavola, pronto per essere assaporato. Abbiamo pensato entrambi: che strano termine! Ricorda l’edile, l’edilizia, ma con una connotazione che lo riporta alla moda del “food” tipica di questi ultimi anni. Da qui mi sono chiesto: cos’è per me “edibile”? Per me è un oggetto, talmente bello e talmente colorato, che mi fa venir voglia di mangiarlo. Non letteralmente ma con gli occhi.

Quale ambito migliore quindi se non quello degli oggetti da tavola? Quei piatti, bicchieri, posate che ormai sono stati etichettati elegantemente come “mise en place” ma che semplicemente sono gli oggetti di cui ci circondiamo ogni giorno per pranzare o cenare a casa. Sarà l’estate, sarà il ritorno agli anni’90 quando ero piccolo e in questi mesi mangiavo i ghiaccioli color evidenziatore, ma in questo periodo amo circondarmi di colori. Ciotole, ciotoline, caraffe, tazze: tutto rende più viva la tavola.

 È questa la filosofia dell’azienda olandese Pols Potten, nata nel 1986 ad Amsterdam. Con uno stile semplice ma innovativo, ogni prodotto Pols Potten mostra le sue radici olandesi. Alla linea di mobili e lampade, l’azienda olandese affianca una serie di accessori per la casa, specialmente per la tavola e la cucina, dai colori vivaci e accattivanti. Colori che invogliano a sedersi a tavola con amici e parenti. Realizzati in ceramica o in vetro, questi oggetti sanno proporre uno stile unico con un processo produttivo praticamente artigianale. Perché se proprio li vogliamo mangiare, devono almeno essere fatti bene!