gggggggggggggggg

In questi giorni milanesi uggiosi mi sta capitando spesso di ripensare al viaggetto in Sicilia dello scorso settembre, specialmente quando alle 8:20 mi tocca fare 25 minuti di bicicletta nel traffico e sotto la pioggia per andare a lavoro.

Cosa c’entrano i led?

C’entrano. Perché del tour dell’isola, la cosa che più mi è rimasta impressa (a parte la mia prima esperienza in una spiaggia nudista) è stata la sua dualità rappresentata dall’oriente siracusano e dall’occidente palermitano, sintetizzata dall’illuminazione pubblica delle due città.

Da un lato Siracusa con il suo mercato che pare una gioielleria, piena di bar dall’anonimo look industrial con il nome un po’ hipster. Dall’altro lato Palermo con Ballarò e i panini con la milza a 1,70 €. Il tutto perfettamente sintetizzato dalle luci bianche siracusane e da quelle gialle palermitane: (dubbia) razionalità e fedeltà cromatica contro calore e passionalità ma con colori falsati.

Mentre io continuo a riflettere su quanto sia assurdo chiamare luce “calda” una luce di 2000° K e “fredda” una luce di 4000° K, anche l’eterna Roma sta ultimando le sostituzioni delle vecchie lampade al sodio per far spazio alle nuove lampade a led, tra le polemiche degli affezionati al fascino delle vecchie luci gialle.

Dal satellite si nota come la sera Milano sia molto più bianca dell’hinterland. Qui, già da qualche anno sono state installate luci a led ed io ancora non ho capito quanto consumino di meno, se illuminino di più e se fendano meglio la nebbia.

Tuttavia so che in milioni di anni mai l’uomo ha subito la presenza di una componente blu della luce durante la notte, la quale pare influire negativamente sulla produzione di melatonina, ormone che regola il ritmo sonno-veglia. So anche che nella nostra cultura questa luce non può fare altro che richiamare alla mente una cella frigorifera, un ospedale o, peggio, un obitorio.

Può darsi che basterà qualche anno per farci abituare alle nuove scenografie urbane, ma difficilmente succederà che inviteremo qualcuno o qualcuna a fare una cena a lume di LED, e questo la dice lunga.

hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh