CHIèBOB
ECCO A VOI IL MARTELL PAVILION A COGNAC

Dopo svariate settimane di silenzio, passate a rincorrere il solito concorso di architettura con i buoni vecchi compagni di università, torno a scrivere qualcosa per questo blog di mattacchioni, che, giustamente, non si sono fermati ad aspettarmi, anzi, hanno proseguito un’intensissima attività di scrittura che dovrò colmare al più presto!
Oggi parliamo di un progetto recentemente svelato, che ha immediatamente catturato la mia attenzione: il Padiglione per Martell a Cognac.

Progettato dallo studio spagnolo SelgasCano, il padiglione prende vita all’interno del cortile della fabbrica Martell, nella città di Cognac in Francia, dove guarda caso si produce uno dei più famosi distillati del mondo.
In perfetta armonia con le tendenze degli ultimi anni, il padiglione è pensato per essere una struttura temporanea, costruita per essere poi smantellata nel corso del 2018 per lasciare spazio all’espansione pianificata dello stabilimento produttivo.


Il padiglione è composto da 31 ‘strisce’ di tubolari metallici che sorreggono un manto di poliestere e vetroresina trasparente al di sotto del quale trovano spazio dei cuscini in PVC riempiti di acqua che, oltre ad ancorare la struttura al terreno, offrono uno spazio dove sedersi, sdraiarsi e rilassarsi, pensato per ospitare anche eventi di vario genere.

Abbiamo optato per l’impiego di forme sinuose per riprodurre la visione del mondo dopo un baio di bicchierini di Martell”
Ovviamente non è stata questa la dichiarazione dei progettisti, ma l’uso delle forme sinuose, di strutture leggere e rivestimenti translucidi e trasparenti è tipico dello studio, divenuto noto al mondo per il Serpentine Gallery Pavilion di Londra nel 2015.
“Una decisione importante intrapresa, è stata quella di lavorare con un unico materiale. La leggerezza è sempre un aspetto fondamentale di ogni nostro lavoro e abbiamo visto in questo progetto la grande possibilità di sperimentare e approfondire questo concetto”. Questo è il vero pensiero alla base di questo padiglione che sembra muoversi e cambiare aspetto ad ogni folata di vento.


Sicuramente uno spazio molto invitante ed accogliente. Un peccato che sia destinato allo smantellamento. Pare che il tutto sia destinato ad essere rimontato in altro luogo, ma di sti tempi è sempre meglio non fidarsi!