Con l’imminente arrivo delle attesissime ferie estive, rapiti dall’insistente desiderio di allontanarsi per qualche periodo dal posto di lavoro, vi racconto di un intervento di ristrutturazione del Campus Unilever, per mano dello studio di architettura Perkins + Will.

Tale intervento riguarda, appunto, un bel complesso di uffici appartenenti al macro-gruppo Unilever.  

Ci troviamo a Englewood Gliff, in New Jersey, Stati Uniti d’America, all’interno di una serie di edifici costruiti tra gli anni ’60 e ’70 e caratterizzati dal tipico schema distributivo di allora, composto da piccoli box con postazioni lavoro singole ripetuti in batteria per interi piani.

Ed è proprio da questo “background” che nasce l’esigenza di rinnovo, per potersi adeguare ad un mondo del lavoro sempre più dinamico ed esigente.

Piuttosto che procedere con una totale demolizione e ricostruzione, lo studio americano ha optato per la via della ristrutturazione degli edifici esistenti, con la sola costruzione di un nuovo atrio connettivo, mirato ad ottimizzare i collegamenti tra i vari corpi.

Partendo dagli “scheletri” presenti, la fase progettuale si è concentrata sugli spazi interni, dando vita ad un ambiente di lavoro totalmente differente e perfettamente in linea con la filosofia attuale degli spazi ufficio. Da diversi anni a questa parte, grazie a studi psicologici secondo i quali il benessere degli utenti aumenta con l’inserimento di spazi conviviali, la progettazione degli uffici ha virato verso la creazione di ambienti più accoglienti, ricchi di servizi ed attività ricreative, per offrire al lavoratore un’atmosfera più domestica e coinvolgente.

I singoli box hanno lasciato spazio ad uffici open space, salotti e sale riunioni, alternati a spazi comuni ricchi di qualità architettonica e dotati perfino di piccoli ‘angoli verdi’, piante e zone dedicate al relax. A completare l’offerta, all’interno del campus sono stati inseriti dei bar, un minimarket, un ristorante ed un’area fitness. Una gamma funzionale degna di un piccolo quartiere!

Naturalmente il processo di rinnovamento ha coinvolto anche tutti gli impianti, con l’inserimento di nuovi sistemi d’avanguardia, basati sull’impiego di energie rinnovabili e dotati di numerosi dispositivi di rilevamento, mirati a monitorare la qualità dell’aria dei vari ambienti, per garantire il totale benessere dei lavoratori.

Per concludere, la società ha attivato un servizio di trasporto ‘pubblico’ per permettere ai propri lavoratori di raggiungere il posto di lavoro senza l’impiego di automobili e di conseguenza riducendo l’impatto ambientale dei dipendenti. Un bel favore e loro ed anche a tutti noi!