Parlando di un negozio Ikea, tutti penseranno ad un grosso edificio-casermone collocato probabilmente in una zona periferica della città, circondato da una distesa infinita di parcheggi che durante il week end si trasformano in un delirio di snervanti attese alla ricerca di un posticino dove mollare la propria auto. Forse non del tutto invitante…

Tuttavia, il colosso svedese del ‘siamo fatti per cambiare’ prova esso stesso a diventare promotore del suo motto, presentando il nuovo negozio di Vienna, completamente diverso a ciò a cui siamo abituati!

Prima caratteristica shock: il megastore è totalmente privo di posti auto! La volontà è infatti quella di sposare nuove tendenze più sostenibili e green, favorendo la fruizione dello spazio solo attraverso la mobilità lenta. A piedi, in bici, con un monopattino elettrico, si potrà accedere facilmente all’interno dello store semplicemente percorrendo i larghi marciapiedi e attraversando la piazza antistante l’edificio, che diventa una sorta di continuazione dello spazio pubblico urbano. Il posizionamento dell’edificio è diretta conseguenza di questa innovazione e difatti sorge nel pieno centro della città, a pochi passi dalla stazione dei treni, per favorire collegamenti veloci anche con le aree più lontane.

Tutto molto bello, ma come faccio a portare a casa la mia libreria Billy senza un’auto? Facile, Ikea promette la spedizione a casa dei prodotti entro le 24 ore successive all’acquisto!

Dal punto di vista architettonico questo edificio è altrettanto interessante. Progettato dallo studio austriaco Querkraft, il negozio si basa su una maglia strutturale regolare con modulo 10x10mt e si sviluppa su 7 piani, totalmente collegati tra loro tramite scale mobili e passerelle per garantire un percorso continuo da piano terra fino alla terrazza superiore. Spazi espositivi, attività di accoglienza e spazi di servizio sono alloggiati in piccoli blocchi in modo molto flessibile, per lasciare ampi spazi aperti con sedute e aree relax, dove poter meditare su quale divano starebbe meglio nella nostra casetta.

Infine, all’interno dell’edificio trovano spazio anche oltre 160 alberi, distribuiti tra le facciate e gli spazi interni, che assicurano un piacevole microclima e un costante ombreggiamento nelle stagioni più calde.

La costruzione è iniziata lo scorso gennaio, ma per poter vedere i risultati di questa innovazione dovremo attendere il 2021. Nel frattempo, non ci resta che fare benzina alla macchina, armarci di pazienza e sperare in un bel colpo di fortuna per trovare un posteggio a meno di 8km dall’entrata.