CityLife Shopping District è finalmente aperto!
CityLife Shopping District è finalmente aperto!
CityLife Shopping District è finalmente aperto!
CityLife Shopping District è finalmente aperto!
CityLife Shopping District è finalmente aperto!
CityLife Shopping District è finalmente aperto!
CityLife Shopping District è finalmente aperto!
CityLife Shopping District è finalmente aperto!
CityLife Shopping District è finalmente aperto!
CityLife Shopping District è finalmente aperto!

CityLife Shopping District è stato finalmente inaugurato!  Dopo mesi di attesa e di continui rimandi lo scorso weekend ha finalmente aperto le porte il più grande distretto commerciale d’Italia nel nuovo quartiere di Citylife a Milano. Un’apertura che ha lasciato con il fiato sospeso migliaia di milanesi sia per la festa inaugurale che ha incantato tutti con giochi di luci e musica sulle facciate delle torri Citylife che per la visita agli spazi commerciali durante tutto il week end. 

Ma procediamo con ordine e snoccioliamo innanzitutto un po’ di numeri e di records: CityLife Shopping District si estende su 32.000 m², accoglie 100 negozi con 1000 persone occupate, la possibilità di ospitare fino a 700.000 persone per una previsione generale di 7 milioni di clienti all’anno.  Si può continuare con le 7 sale proiezione del cinema Anteo per 1200 persone, i 170.000 m quadri del parco annesso che lo rendono il secondo più grande di Milano, i 1500 posti auto disponibili nei parcheggi riservati e via dicendo. 

Ma il dato veramente impressionante è quello delle presenze commerciali all’interno nel centro, c’è un’offerta merceologica davvero vasta, ricercata, e completa di ogni segmento commerciale: per citarne alcuni il salone Nashi Argan, i due nuovi ristoranti Roadhouse Fresh Mex Calavera e lo steak restaurant Roadhouse Meatery, una nuova boutique Nespresso, il primo flagship europeo di Huawei e la prima clinica estetica Juneco,  il gradito ritorno per i milanesi di Habitat e la assoluta novità di Democracy Design.  

Per celebrare al meglio questa sorprendente realtà, per tutto il weekend si sono alternati artisti e musicisti che hanno realizzato spettacoli a titolo gratuito per intrattenere i visitatori e hanno partecipato tra gli altri il deejay Shorty, il bassista Saturnino, Federico Russo e Francesco Mandelli, gli Street Clerks, la band folk-rock brasiliana Selton e il deejay Francesco Ciocca.